Camera con vista... sull' America Latina
Italia Cuba Cuba Italia
SPORTELLO CONSOLARE
< indietro

N.B. Per i moduli necessari all'espletamento delle pratiche sotto riportate si consiglia di consultare periodicamente la cartella "Sportello Consolare" nella nostra sezione "Documenti".Nella stessa area sono consultabili i prezzi stabiliti in merito dalla Repubblica di Cuba, come disposto nell'Edizione Straordinaria della Gazzetta Ufficiale n. 17 del 2 aprile 2014.

Pratiche migratorie

Iscrizione consolare

È obbligatorio per tutti i cittadini cubani che risiedono in Italia in modo permanente, sia quelli emigrati che con Permesso di residenza all'Estero (PRE) o Permesso d'Uscita Indefinito (SI), registrarsi presso il Consolato più vicino al proprio luogo di residenza, ciò garantisce loro di ricevere i servizi consolari richiesti. Quando il cittadino cubano si trova fuori da Cuba per un periodo inferiore a 11 mesi, NON dovrà effettuare questa iscrizione.

Per effettuare l'iscrizione consolare il cittadino cubano deve presentare

Tutti i cittadini cubani che risiedono permanentemente nelle regioni italiane dalla Toscana e dalle Marche incluse fino al sud del paese, comprese le isole della Sardegna e della Sicilia, devono essere iscritti presso la Sezione consolare di Cuba a Roma, mentre quelli che risiedano permanentemente nelle regioni del nord, dalla Liguria e l'Emilia Romagna, incluse, dovranno rivolgersi al Consolato Generale di Cuba a Milano.

Rinnovo del Passaporto

Quando il passaporto si trova in prossimità di compiere i sei anni dalla data del rilascio, nel caso specifico tre mesi prima di tale scadenza, Lei dovrà presentare:

RILASCIO DEL PASSAPORTO PER LA PRIMA VOLTA

RILASCIO DEL PASSAPORTO PER LA PRIMA VOLTA RILASCIO DEL PASSAPORTO CAUSA SMARRIMENTO DI QUELLO POSSEDUTO

In caso di perdita, smarrimento o furto del passaporto all'estero, è necessario effettuare la dovuta denuncia all'unità di polizia del paese in cui è avvenuto il fatto. Dovrà presentare una documentazione simile a quella richiesta per un passaporto da redigere per la prima volta.

I cittadini cubani in visita temporanea (P.V.E) devono presentarsi con la suddetta denuncia affinché possa essere rilasciato loro il documento di viaggio e transito indicato dalla Direzione d'Immigrazione ed Emigrazione di Cuba, allo scopo di poter rientrare nel loro paese, se si trovano ancora entro il periodo degli 11 mesi stabiliti. Dovranno pagare l'importo di 70 Euro. Prezzo consolare

Quando lo smarrimento è avvenuto durante il viaggio, il cittadino cubano può identificarsi dinanzi al Consolato, dietro presentazione del suo Certificato di Nascita, emesso dal Registro di Stato Civile nel quale è iscritto. Non è necessario che questo certificato sia legalizzato dal Ministero degli Affari Esteri di Cuba.

Qualora il cittadino cubano sia un residente permanente dovrà presentare la denuncia e si procederà al rilascio di un altro passaporto consultando i dati contenuti nel Registro dei Cittadini Cubani (fotocopia del passaporto). Deve pagare l'importo di 185,00 Euro. Prezzo consolare

DOCUMENTO DI VIAGGIO E TRANSITO

Il documento di viaggio e transito è quello che si rilascia in via eccezionale ai cittadini cubani che risiedono a Cuba e che si trovano all'estero, in missione ufficiale o con Permesso di Viaggio Temporale (PVT), quando abbiano perso il proprio Passaporto o il documento in questione sia stato danneggiato per qualsiasi causa e ci sia la certezza sull'identità del richiedente. Potrà anche essere rilasciato ai cittadini cubani che si trovino con un Permesso di Viaggio all'Estero (PVE) e che sono impossibilitati a viaggiare a Cuba, quando non vi è il tempo reale per farne uno nuovo.

Il documento in questione si rilascerà solo per dare la possibilità a questi cittadini di tornare nel territorio nazionale, infatti è valido per una sola entrata, vale a dire in una sola direzione e per una sola volta.

In via eccezionale verrà confezionato ai cittadini cubani in possesso deil Permesso di Residenza all'Estero (PRE) e a quelli emigrati che, per ragioni umanitarie, abbiano necessità di viaggiare a Cuba, con l'obbligo, una volta là, di farsi confezionare il nuovo Passaporto presso la Consultoria giuridica Internazionale.

Nel caso degli emigrati è necessario richiedere anche l'autorizzazione alla Direzione d'Immigrazione e Emigrazione prima della confezione del Documento stesso.

Per effettuare detta pratica, è necessario deve presentare:

Il suo passaporto ha una validità di 6 (sei anni), a partire dalla data di rilascio e durante tale periodo, deve essere prorogato due volte per 2 (due) anni ogni volta. Per effettuare una proroga del suo passaporto Lei dovrà:

Le proroghe di passaporto possono essere realizzate, separate o insieme, in qualsiasi momento precedente alla scadenza di esso.

 

Richiesta e rilascio dei Permessi di Entrata per i cittadini cubani

ABILITAZIONE DEI PASSAPORTI

I cittadini cubani residenti permanenti in Italia, che possiedono la categoria d'Emigrato, per visitare il nostro paese devono richiedere un Permesso d'Entrata alla Direzione d'Immigrazione e Emigrazione attraverso il Consolato in cui sono registrati. La risposta riguardo tale richiesta impiega approssimativamente un mese.

L'abilitazione dei passaporti è la procedura per l'ingresso a Cuba dei cittadini cubani emigrati, la cui entrata in vigore in data 01-06-04 ha avuto come obiettivo quello di semplificare le pratiche per le visite di questi cittadini ai propri familiari a Cuba.

Questa procedura ha un carattere indefinito, a meno che non si riceva una comunicazione dalla D.I.E nella quale viene revocata, quindi la persona emigrata che abbia il proprio passaporto ?abilitato? e richieda la confezione d'uno nuovo, riceverà automaticamente il servizio.

Gli emigrati cubani che possiedano passaporto in regola e abilitato, ogni qualvolta che entrano nel paese per ragioni familiari, potranno rimanervi fino a 30 giorni, prorogabili espressamente dall'organo competente dell'Immigrazione, per ulteriori 30 giorni.

Per realizzare altre attività diverse dalla visita per ragioni familiari (come quella religiosa, commerciale, d'affari, studi, giornalistica o altre) è richiesta l'autorizzazione espressa dalla D.I.E., su richiesta dell'organismo cubano interessato.

Gli stranieri che siano genitori, coniuge e figli minori di 18 anni o disabili, degli immigrati cubani in possesso di passaporto abilitato, che desiderino accompagnare questi nel loro viaggio a Cuba dovranno richiedere e ritirare un visto familiare (A-2) presso il consolato cubano di appartenenza.

Per richiedere questo servizio dovrà presentare:

PERMESSI UMANITARI

Nel caso in cui si presentino ragioni umanitarie debitamente dimostrate, i familiari residenti a Cuba possono richiedere questo permesso alle autorità della Direzione d'Immigrazione ed Emigrazione della loro località. È esclusivo per i familiari diretti (figlio (a), padre, madre, coniuge, fratello/sorella). Il vostro familiare vi comunicherà l'esito della pratica; in caso positivo il beneficiario deve mettersi in contatto con il Consolato cubano di appartenenza per ottenere tale permesso, dopo l'arrivo dell'autorizzazione della DIE. 

Si rilascia, eccezionalmente, ai cittadini cubani emigrati, che non abbiano l'abilitazione del passaporto, quando esiste una ragione umanitaria (decesso, gravi malattie con rischio di morte o di aggravamento per una avanzata età dei genitori, coniugi, figli, fratelli e sorelle dei cittadini cubani resiedenti all'estero e altri casi eccezionali per ragioni umanitarie.

PERMESSI PER I TITOLARI DEL PSI (PERMESSO DI USCITA INDEFINITO)

I Titolari di questo Permeso per visitare il paese, dovranno richiedere un permesso d'entrata alle autorità della D:I.E. La risposta relativa a detta richiesta impiega approssimativamente tre settimane.

Per avere questo servizio, dovranno presentare:

Proroghe Permessi di Viaggio all'estero (PVE)

I residenti a Cuba che viaggiano con categoria di Permesso di Viaggio all'Estero (non emigrante) possono rimanere fuori del territorio nazionale per 11 mesi, a partire dalla data di partenza da Cuba. Devono contattare il Consolato più vicino per pagare la tassa corrispondente ad ogni mese di permanenza fuori del territorio nazionale, dopo i primi 30 giorni. Il pagamento di questa tariffa può essere effettuato alla fine della permanenza o con pagamenti separati a piacimento dell'interessato. Per ogni mese di permanenza deve pagare 40,00 Euro. Prezzo consolare Per il pagamento si calcolano i mesi interi, a partire dalla data dell?uscita da Cuba.
L'avvio della procedura per una proroga oltre gli undici mesi deve avvenire prima della scadenza del permesso, deve rivolgersi al Consolato più vicino al luogo di residenza temporanea, presentando il passaporto cubano e il documento che giustifica la causa della richiesta. Il modulo per questa procedura deve essere riempito in tutte le sue parti e è richiesto il pagamento della somma di 25,00 euro, Prezzo consolare per questo servizio. Una volta arrivata la risposta dalla D.I.E. viene comunicata all'interessato in base ai dati forniti nel modulo stesso. Il pagamento di questo servizio è indipendente da quello dei mesi di permanenza fuori dal territorio nazionale.

Richiesta di rimpatrio

Il cittadino cubano deve effettuare la sua richiesta al Consolato in cui è iscritto, sia personalmente o attraverso una terza persona nel caso in cui non possa presentarsi direttamente, o mediante i propri familiari a Cuba. In caso di presentazione direttamente al Consolato, la richiesta sarà inviata alle autorità di Immigrazione e Emigrazione, le quali decidono se rientra nella politica migratoria stabilita. Le persone con più di sessanta anni di età che non abbiano preso parte ad attività ostili contro Cuba, che siano in grado di mettersi in regola con la Previdenza, che abbiano una casa a Cuba o che possano essere accolti dalla propria famiglia, potrebbero ottenere questo permesso, così come in altri casi valutati in via eccezionale per questioni umanitarie. Inoltre, vengono presi in considerazione i casi relativi ai minori di 16 anni di età e a vittime di sequestri da parte di elementi che hanno lasciato Cuba in modo illegale.

Per effettuare questa richiesta dovrà presentare i documenti seguenti:

Cambiamento dalla categoria di viaggio (PRE)

I cittadini cubani che viaggiano all'estero con un permesso di turismo (PVE) e che contraggono matrimonio con un cittadino straniero o che abbiamo contratto matrimonio prima di uscire da Cuba, e mantengano una condotta morale e sociale in accordo con le norme di convivenza della nostra società, potranno richiedere, a titolo personale, il cambiamento di categoria migratoria, presentando i seguenti documenti:

Nel caso dei figli dei titolari del PRE, fino ai 21 anni d'età, è necessario presentare tutta la documentazione sopra descritta ad eccezione del certificato o del modulo 16/30 (Trascrizione del matrimonio) e allegando la fotocopia del passaporto e del permesso di soggiorno di entrambi, nonché il certificato di nascita sia del richiedente come del titolare del PRE.

Nel caso dei figli nati all'estero, il titolare (l'uomo o la donna) del PRE (Permesso di Residenza all'Estero) potranno iniziare le pratiche per l'ottenimento della cittadinanza cubana del minore, secondo quanto stabilito dalla legge, a tale scopo il primo passo è la trascrizione della nascita del minore presso il consolato cubano dove hanno la propria residenza.

Nel caso dei genitori dei titolari di PRE, con più di 60 anni, bisogna presentare tutta la documentazione anteriormente descritta ad eccezione del certificato o del modello 16/30 (Trascrizione del matrimonio) e allegando la fotocopia del passaporto e del permesso di soggiorno di entrambi, nonché il certificato di nascita del titolare del PRE.

I cittadini cubani in possesso del Permesso di Residenza all'Estero potranno entrare e uscire da Cuba ogni volta che lo desiderano, purché il proprio passaporto sia in regola così come tornare definitivamente a vivere nel territorio nazionale.

Si richiede sempre la testimonianza documentale della residenza all'estero (passaporto italiano o permesso di soggiorno).

Qualora il cittadino cubano sia partito per l'estero con un P.V.T (Permesso di Viaggio Temporaneo), richiesto e ottenuto da un'istituzione cubana, per chiedere il cambiamento di categoria di viaggio a favore del P.R.E, oltre a quanto stabilito per i cittadini cubani che sono usciti con un permesso di turismo (PVE) devono presentare una lettera del Ministro dell'Organismo mediante il quale sono usciti da Cuba, in cui risulti che non vi è obiezione al cambiamento della categoria di viaggio.

Diritti dei cittadini cubani titolari di PRE:

Doveri dei cittadini cubani titolari del PRE:

La mancata osservanza di tali doveri potrà motivare la cancellazione del PRE.

Residenza a Cuba per cittadini stranieri

Essere sposato a cuba oa vere un figlio con un cubano(a) e relazione stabile

  1. certificato di nasciata (6 mesi di emissione)
  2. certificato di residenza (6 mesi di emissione)
  3. certificato di precedenti penali (meno di 3 mesi di emissione)

1 e 2 devono essere legalizzati in prefettura. I precedenti pernali in procura. Entrambi nel comune di emissione.

  1. esami radiologici del torace e sierologici, test HIV (con meno di 6 mesi di emissione). Tutte le informazioni devono essere racchiuse in un unico documento
  2. certificato scolastico o lavorativo con firma del funzionario da legalizzare in prefettura (portare marca da bollo di 14,62). Dopo essere stati legalizzati in prefettura e tradotti in spagnolo da un traduttore giurato insieme ai documenti 1,2 e 3 devono essere legalizzati e certificati dal consolato
  1. lettera motivazionale della richiesta in spagnolo
  2. due foto tessere
  3. fotocopia del passaporto da autenticare al consolato esibendo l'originale
  1. estratto conto bancario con dati del conto tradotti in spagnolo
  2. certificato di matrimonio cubano – certificato di nascita del/dei figlio/i (originale)
  3. modulo compilato AP1 da ottenere nel consolato

 

Pratiche notarili

Lettera d'invito

INFORMAZIONE SULLE PROCEDURE PER LA LETTERA D'INVITO A PARTIRE DAL 2 MAGGIO 2007.

Come parte d'un riordinamento interno, d'accordo allo stabilito dalla Legge, a partire dal 2 maggio 2007, verrà applicata per le Lettere d'Invito a cittadini cubani per viaggi di tipo particolare all'estero, le seguenti regole:

  1. D'accordo allo stabilito nel Decreto Legge 26, del luglio del 1978. ?Regolamento della Legge d'Immigrazione?, l'Invito solo potrà essere realizzato per i viaggi particolari per motivi famigliari e di amici nel paese di residenza di quello che invita, attraverso Documento Notarile, dovutamente legalizzato dalle autorità del paese in cui risieda e presentato davanti il Consolato cubano con giurisdizione nel luogo di residenza dello stesso.
  2. I Consoli emetteranno la Certificazione dell'Invito per essere inviata all'invitato dai canali stabiliti ufficialmente, alla fine di che possa compiere le normative richieste dalla Legge, di presentare alle autorità migratorie cubane detta Certificazione.

I consoli sono facoltizzati a richiedere delle prove in relazione al legame di famiglia o amicizia fra l'Invitante e l'Invitato. D'uguale modo, sono facoltizzati per respingere l'invito se concorrono degli elementi che così lo consiglino.

3. Per quei casi in cui l'Ambasciata del paese dell'Invitante richieda una copia originale del documento emesso dal notaio Pubblico del proprio paese, legalizzata dal consolato cubano, come per il processo di visto dell'Invitato, l'Invitante sarà l'incaricato d'ottenere una copia originale del documento e legalizzarla presso il consolato cubano, il che costituisce un servizio consolare a parte, soggetto alla Tassa Consolare corrispondente. Questa copia dell'Invito si farà arrivare all'Invitato da parte dell'Invitante.

Certificazione e legalizzazione di documenti

I documenti rilasciati all'estero per avere validità in territorio cubano devono essere legalizzati previamente dalla Procura, dalla Prefettura o dalla Camera di Commercio e dai Tribunali della Repubblica Italiana, a seconda del caso.

Tutti i documenti rilasciati dalle autorità italiane, per avere validità legale a Cuba, dovranno essere certificati e legalizzati presso uno degli Uffici consolari di Cuba in Italia. Successivamente dovrà essere legalizzato presso il Ministero degli Esteri della Repubblica di Cuba.

I documenti rilasciati dalle autorità italiane a partire dalla Regione Toscana e Marche al sud d'Italia, incluse Sardegna e Sicilia, dovranno essere legalizzati e certificati presso l'Ufficio Consolare di Roma, mentre i documenti rilasciati dalle autorità italiana a partire dalla Regione Liguria ed Emilia Romagna e per il resto del nord d'Italia, dovranno essere legalizzati e certificati presso il Consolato Generale di Cuba a Milano.

Questi documenti possono essere, tra gli altri: Certificato di Nascita, Certificato di Matrimonio, Certificato di Stato Civile, Documento di Studi, Certificato di Precedenti Penali, documenti notarili.
Nei casi di documenti rilasciati dalle autorità delle Repubbliche di San Marino o Malta, per avere validità a Cuba, dovranno essere legalizzati prima dalle rispettive Cancellerie (Segreteria di Stato per gli Affari Esteri della Repubblica di San Marino e Ministero degli Affari Esteri della Repubblica di Malta). La legalizzazione e la certificazione di questi documenti sarà effettuata presso l'ufficio consolare di Cuba a Roma

I documenti in italiano devono essere tradotti in spagnolo e allegati all'originale. Queste traduzioni devono essere certificate inoltre dal Console e si pagano come un documento nuovo.

Procura speciale per divorzio

Questa scrittura ha come scopo quello di autorizzare un'altra persona ad agire come suo delegato affinché lo rappresenti nella realizzazione dell'atto giuridico del divorzio. Può essere concessa da un coniuge all'altro che si reca a Cuba o a favore di qualche avvocato cubano che lavora per uno studio internazionale, autorizzato a tali pratiche.

Procura speciale per matrimonio

Questa scrittura ha come scopo quello di autorizzare un'altra persona ad agire come suo delegato affinché possa rappresentarla nella realizzazione dell'atto di matrimonio.

Procura speciale per espatrio del minore

È la scrittura mediante la quale il padre o la madre del minore autorizzano l'uscita del minore dal territorio nazionale.

Procura generale

È l'atto attraverso il quale una persona autorizza un'altra ad agire come suo delegato affinché possa rappresentarla nella realizzazione di un atto giuridico con molteplici poteri o in atti giuridici diversi.

Revocazione procure

Se il concedente, una volta effettuato l'atto con cui autorizza di essere rappresentato per la realizzazione di uno o diversi atti giuridici desidera, per qualsiasi motivo, revocarla, dovrà presentarsi al Consolato per effettuare la revoca corrispondente, versando per questo servizio un importo corrispondente alla metà dei diritti già corrisposti per il suo ottenimento.

Non saranno rilasciate procure a favore di minori né di persone disabili.
Non saranno rilasciate neanche a persone che siano parte in causa. La persona in possesso della procura non potrà realizzare atti giuridici ai quali partecipi allo stesso tempo per conto proprio e del mandante

Rilascio del Nulla Osta per contrarre matrimonio in Italia un cittadino cubano

Le Autorità Italiane, qualora un cittadino cubano intenda contrarre matrimonio in Italia, richiedono un Nulla Osta da effettuare presso il Consolato.
I documenti rilasciati dalle autorità italiane devono essere legalizzati nella Preffetura della zona che emette il documento, prima della loro presentazione presso l'uffici consolari di Cuba.

Per la confezione presso il Consolato, dovrà presentare:

Nel caso del cittadino cubano:

  1. Certificato di Nascita, legalizzato al Minrex
  2. Certificato di Stato libero o Sentenza di Divorzio con meno di sei mesi dalla data del rilascio, legalizzato al Minrex
  3. Capacità Legale, qualora il cittadino cubano non ne sia in possesso può richiederla al Consolato.

Nel caso del cittadino italiano:

  1. Certificato di Stato libero, legalizzato in Prefettura, con meno di sei mesi dal suo rilascio.
  2. Qualora sia divorziato, fotocopia della Sentenza di divorcio.

È Obbligatorio la iscrizione consolare, in caso che il citadino cubano non ne sia già in posseso.

 

Trascrizioni del Registro Civile

Informazioni per matrimonio

Per contrarre matrimonio a Cuba è necessario portare i seguenti documenti: 

SE LA PERSONA É NUBILE/CELIBE :

  1. certificato di nascita (*);
  2. certificato di stato libero (*).

SE LA PERSONA É DIVORZIATA/DIVORZIATO :

  1. certificato di nascita (*);
  2. certificato di stato civile (*);
  3. certificato sentenza di divorzio

SE LA PERSONA É VEDOVA/VEDOVO :

  1. certificato di nascita (*);
  2. certificato di matrimonio con il coniuge nel fratempo defunto (*);
  3. certificato di morte del coniuge (*);
  4. certificato di stato libero (*).

I certificato segnalati con l'asterisco (*) :

GLI ALTRI CERTIFICATI :

  1. devono essere legalizzati in procura o prefettura (cioè, autenticare la firma del funzionario che rilascia i certificati);
  2. essere tradotti in lingua Spagnola;
  3. asseverare con giuramento di rito la traduzione;
  4. infine presentati al consolato per la legalizzazione che li rende validi a Cuba.

MATRIMONIO A CUBA PER PROCURA

Il icttadino italiano deve presentare al consolato i documenti di cui sopra, inoltre dovrà compilare e firmare un modulo di procura indicando i seguenti dati relativi alla sua persona, al futuro coniuge e al testimone che lo rappresenterà a Cuba:

Trascrizioni di matrimonio

Affinché un matrimonio effettuato dinanzi alle autorità italiane abbia validità a Cuba, gli interessati devono presentarsi presso l'ufficio consolare con i seguenti documenti:

Trascrizione di divorzio

Per la trascrizione di divorcio a Cuba servono i seguenti documenti:

Trascrizioni di nascita

Ogni persona nata all'estero, figlio di padre o madre cubana, ha diritto a registrare la sua nascita presso l'ufficio consolare più vicino al luogo dove questa è avvenuta. È indispensabile che sia dimostrata la condizione di cittadino cubano da almeno uno dei due genitori mediante passaporto e/o certificato di nascita. Per realizzare tale atto è necessario presentare i seguenti documenti:

Trascrizioni di morte

Per trascrivere la morte di un cittadino cubano è necessario presentare al Consolato il passaporto che dimostra la condizione di cittadino cubano, certificato di morte legalizzato dalla Prefettura (Ufficio Territoriale del Governo Italiano) e compilare il modulo 13/30.

Per il trasferimento della salma a Cuba è necessario presentare la documentazione seguente:

cheap nhl jerseys uk wholesale mac makeup cheap nfl jerseys from china ghd baratas outlet ghd españa comprar planchas ghd ghd straightener australia ghd sale ghd straighteners sale ghd españa comprar planchas ghd cheap ghd ghd rettetang pris ghd italia online outlet
cheap ghdscheap ghd straightenerscheap ghd straighteners outletghd sale australiaghd outlet nz